REGIONE FVG – AIUTI AGLI INVESTIMENTI TECNOLOGICI DELLE PMI – POR FESR 2014-2020 – DOMANDE 2018

Aiuti e contibuti per sostenere la competitività e l’innovazione tecnologica delle PMI nei diversi settori del sistema produttivo regionale, finanziando investimenti tecnologici. POR FESR 2014-2020 Attività 2.3.a. – Bando 2.3.a.1 bis


COS’E‘: Contributi a fondo perduto per sostenere la competitività e l’innovazione tecnologica delle PMI nei diversi settori del sistema produttivo regionale, finanziando la realizzazione di investimenti tecnologici


PER CHI E‘: I contributi sono destinati alle microimprese e alle piccole e medie imprese (PMI)


PROGETTI CONTRIBUIBILI: I progetti di investimento, utilizzando i mutamenti della tecnologia al fine dell’aumento della competitività della PMI, devono sostanziarsi:
a) nella creazione di un nuovo stabilimento o
b) nell’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente o
c) nella diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere beni o servizi mai realizzati precedentemente o
d) in un cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.


COSTI AMMISSIBILI:

a) macchinari, impianti, strumenti ed attrezzature;

b) hardware e beni immateriali quali software e  licenze;

c) servizi specialistici e di consulenza strategica e informatica per la pianificazione dei processi di riorganizzazione;


INTENSITA’ D’AIUTO : DAL 10% AL 20%

o dal 20% al 30% se in zone soggette agli aiuti con finalità regionale.


CHIUSURA DEI TERMINI DI PRESENTAZIONE : ore 16,00 del 23 MARZO


Per maggiori info:

tel. 0434/241796 – oppure scrivere a: info@intema.org


 

 

 

UN NOSTRO NUOVO SERVIZIO – IL BENCHMARK

“Nel suo significato originario il benchmarking identifica quella tecnica usata in topografia per individuare un segno di rilievo planimetrico, ossia un punto di riferimento dal quale si possono effettuare delle misurazioni, ma anche il punto di riferimento standard dal quale altri soggetti possono essere misurati e con quello confrontato.

In economia aziendale il benchmarking è invece ora riconosciuto come il processo continuo di misurazione dei prodotti-servizi-processi attraverso il confronto con i migliori concorrenti, o le aziende identificate come leader, nei vari settori di mercato.” [U. Bocchino – Manuale di Controllo di Gestione ed. Il Sole 24 ore]

IMPORTANZA DEL BENCHMARK

Il benchmark è lo strumento attraverso il quale ci misuriamo con le altre realtà simili alla nostra, ne identifichiamo i punti di forza e/o di debolezza nostri e dei competitors, valutiamo come sono ripartite le quote di mercato, quali sono i parametri più significativi ed è utilissimo per delineare le strategie aziendali.

IL NOSTRO SERVIZIO
Confrontiamo il bilancio delle aziende segnalateci dal cliente o individuate tramite una ricerca mirata per trarre informazioni preziose ed importanti quali:
– fatturati ultimi tre anni e trend di crescita;
– ripartizione delle quote di mercato negli ultimi tre anni;
– maggiori indicatori economici, patrimoniali e finanziari;
– incidenza dei costi principali;
– costo medio dei dipendenti e fatturato medio pro-capite
– classifiche delle migliori performance;
– classifica generale delle aziende.

Clicca qui per vedere un nostro benchmark

BANDO PER PROGETTI DI INVESTIMENTO

Approvato il Bando FVG relativo a Contributi a fondo perduto per progetti di investimento, utilizzando i mutamenti della tecnologia al fine dell’aumento della competitività della PMI,

Le PMI possono presentare la loro domanda dalle ore 10:00 di giovedì 1 febbraio 2018 alle ore 16:00 dei venerdì 23 marzo 2018. solo per via telematica.

I progetti devono sostanziarsi:
a) nella creazione di un nuovo stabilimento o
b)nell’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente o
c) nella diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere beni o servizi mai realizzati precedentemente o
d) in un cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente. l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese.

L’intensità del contributo va dal 10% al 50% della spesa ammissibile.
Il limite minimo di spesa ammissibile per domanda è pari a:
a) 25.000€ se la richiedente sia una microimpresa;
b) 37.500€ se la richiedente sia una piccola impresa;
c) 50.000€ se la richiedente sia una media impresa

Sono ammissibili le seguenti spese:
a) macchinari, impianti, strumenti, attrezzature e sensoristica;
b) hardware e beni immateriali quali software e licenze d’uso, funzionali all’utilizzo dei beni di cui alla lettera a);
c) servizi specialistici e consulenza tecnologica e informatica per la pianificazione dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale connessi ai progetti di investimento, nel limite del 30% della spesa ammessa di cui alle lett.a) e b),

Per maggiori info contattateci allo 0434/241796 o scrivere a info@intema.org.

Approvato il Bando FVG destinato alle PMI e grandi imprese

Approvato il Bando FVG destinato alle PMI e grandi imprese in relazione alla realizzazione di progetti di innovazione di processo e dell’organizzazione.

Le domande potranno essere presentate dalle ore 10 del 18 settembre 2017 alle ore 12 del 19 ottobre 2017 con limite minimo di spesa ammissibile per progetto per ciascuna impresa pari ad € 30.000 per le piccole imprese, € 75.000 per le medie imprese ed € 150.000 per le grandi imprese.

I progetti possono avere una durata massima di 18 mesi, prorogabile fino a 6 mesi e devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda.

I contributi sono destinati alle imprese che operano:
1) nelle aree di specializzazione della Strategia per la specializzazione intelligente (S3) Agroalimentare, Filiere produttive strategiche (Metalmeccanica e Sistema casa), Tecnologie marittime, Smart Health secondo ATECO
2) nei settori industriale o terziario individuati dai codici Istat Ateco 2007 delle sezioni B, C, D, E, F, G, H, I, J, M, N, Q, S, e che realizzano un progetto di innovazione in collaborazione (progetto congiunto) con le imprese che operano nelle aree di cui alla lettera a). Le grandi imprese possono partecipare se in collaborazione con PMI.

Sono finanziabili progetti di Innovazione di processo e dell’organizzazione coerenti con le aree Agroalimentare, Filiere produttive strategiche (Metalmeccanica e Sistema casa), Tecnologie marittime, Smart Health ed attinenti alle relative traiettorie di sviluppo della Strategia per la specializzazione intelligente (S3).

I progetti possono essere realizzati secondo una delle seguenti modalità:
• in forma autonoma da parte di una singola PMI;
• in forma di “progetto congiunto” cioè in collaborazione effettiva tra imprese indipendenti, PMI ed eventualmente grandi imprese, di cui nessuna sostiene oltre il 70% e meno del 10% della spesa complessiva e le PMI sostengono almeno il 30% della stessa. Tale modalità attribuisce una maggiore intensità di contributo.

Sono ammissibili le spese strettamente connesse al progetto di Innovazione, quali
 personale e manodopera,
 strumenti e attrezzature,
 consulenze di enti di ricerca e altri soggetti qualificati esterni all’impresa,
 prestazioni e servizi beni immateriali (brevetti e know-how utilizzati per il progetto), materiali, spese generali.

Le intensità di contributo sono le seguenti:
• 40% per micro, piccola e media impresa per progetti singoli
• 50% per micro, piccola e media impresa per progetti congiunti
• 15% per grande impresa per progetti congiunti

Per info : 0434-241796 oppure info@intema.org

Approvato il Bando FVG per Contributi a fondo perduto per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese.

Approvato il Bando FVG per Contributi a fondo perduto per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese.

Possono presentare domanda dalle ore 9:30 di mercoledì 20 settembre 2017 fino alle ore 12:00 di lunedì 20 novembre 2017 per via telematica le PMI.

L’intensità del contributo è pari al 50 per cento della spesa ammissibile. Il limite massimo di contributo concedibile per ciascuna domanda è pari a 20.000 euro.
Il limite minimo di spesa ammissibile è pari a 5.000 euro.

Sono ammissibili le seguenti spese:

a) spese per l’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali, cioè:
– i costi, anteriori alla concessione del diritto nella prima giurisdizione, connessi alla preparazione, presentazione e trattamento della domanda, nonché i costi per il rinnovo della domanda prima della concessione del diritto
– i costi di traduzione e altri costi sostenuti al fine di ottenere la concessione o il riconoscimento del diritto in altre giurisdizioni
– i costi sostenuti per difendere la validità del diritto nel quadro ufficiale del trattamento della domanda e di eventuali procedimenti di opposizione, anche se detti costi siano sostenuti dopo la concessione del diritto

b) spese per l’acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione, cioè spese per consulenza, assistenza e formazione in materia di trasferimento delle conoscenze, acquisizione, protezione e sfruttamento di attivi immateriali e di utilizzo delle norme e dei regolamenti in cui sono contemplati

c) spese per l’acquisizione di servizi di sostegno all’innovazione, cioè spese per la fornitura di laboratori, ricerche di mercato, studi, sistemi di etichettatura della qualità, test e certificazione e per l’accesso a banche dati e biblioteche, al fine di sviluppare prodotti, processi o servizi migliorati e/o nuovi.

Sono ammissibili le spese per la realizzazione del progetto per l’innovazione sostenute a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

Per info : 0434-241796 oppure info@intema.org

++Un attacco informatico?++ Più che una probabilità, quasi una certezza!

++Un attacco informatico?++ Più che una probabilità, quasi una certezza!

Come difendersi, come difendere il proprio business e come proteggere i dati personali anche in riferimento alla nuova normativa sulla Privacy (GDPR)

Attenzione! entro il 28 maggio 2018 TUTTE le aziende dovranno adeguarsi al nuovo regolamento europeo Privacy.

L’incidenza degli attacchi informatici e delle violazioni di sicurezza dei dati, compresi quelli personali o particolari, va esponenzialmente aumentando, causando significativi danni finanziari e reputazionali.
Nessuno si può sentire fuori dalla mischia; come dimostrano gli ultimi fatti di cronaca, il 12 maggio scorso circa 300.000 aziende di qualsiasi settore e dimensione sono state colpite e bloccate!
Ma per mettere in atto una difesa adeguata ed abbattere i costi di un possibile attacco bisogna lavorare in modo coordinato sulla tecnologia, le procedure, l’addestramento, i contratti e dotarsi di un’adeguata copertura assicurativa.

Fare un aggiornamento sulle procedure permetterà sia di aumentare la sicurezza della propria azienda che un naturale adeguamento al nuovo GDPR sulla Privacy che, ricordiamo, deve essere comunque raggiunto entro maggio 2018.

Come Intema può aiutarVi ?????

CONFERENZA GRATUITA
Abbiamo organizzato un incontro presso la nostra sede in Corso Vittorio Emanuele II, 15/A con un esperto che ci spiegherà come proteggere la nostra azienda dai rischi informatici
Giovedì 21 SETTEMBRE dalle 14.30 alle 17.30
I posti sono limitati telefonateci 0434-241796

La Giunta regionale, ha approvato lo stanziamento complessivo di 6.780.000 euro

La Giunta regionale, ha approvato lo stanziamento complessivo di 6.780.000 euro da destinarsi alle imprese attraverso 5 diversi canali contributi, la gestione dei quali sarà affidata alle Camere di Commercio.

Imprenditoria femminile

Il contributo è concesso sulla base dell’ordine di presentazione delle domande, a partire dalle 9.15 del 30 ottobre 2017 e sino alle 16.30 del 28 novembre 2017. Possono accedere ai contributi le piccole e medie imprese femminili con sede (o unità operativa oggetto dell’investimento) in Friuli Venezia Giulia iscritte da meno di 36 mesi al registro delle imprese alla data di presentazione della domanda

Imprenditoria giovanile

I contributi saranno concessi sulla base di graduatorie provinciali e le domande potranno essere presentate dalle 9.15 del 9 ottobre 2017 sino alle 16.30 del 5 dicembre 2017. Possono richiedere i contributi le imprese giovanili con sede (o unità operativa oggetto dell’investimento) in Friuli Venezia Giulia iscritte da meno di 36 mesi al registro delle imprese alla data di presentazione della domanda, ma anche imprese giovanili da costituire (purché vengano iscritte entro 3 mesi dal termine ultimo di presentazione della domanda.

Progetti di aggregazione in rete

I contributi saranno concessi sulla base di graduatorie provinciali e la domanda deve essere presentata dalle 9.15 del 30 ottobre 2017 fino alle 16.30 del 11 dicembre 2017. Possono richiedere gli incentivi le Pmi che alla data di presentazione della domanda risultano attive, iscritte al registro delle imprese, e hanno sede o l’unità operativa dove è realizzato il progetto in Friuli Venezia Giulia. Sono ammissibili i progetti che prevedono la partecipazione di piccole o microimprese nello sviluppo di una rete già formalmente costituita o alla stipulazione di un contratto di rete entro 6 mesi dalla concessione dell’incentivo.

Master in alta formazione professionale e imprenditoriale

Il contributo sarà concesso in relazione all’ordine di presentazione delle richieste su base provinciale (con un limite minimo di punteggio). La domanda potrà essere presentata a partire dalle 9.15 del 30 ottobre 2017 fino alle 16.30 del 30 aprile 2018. Possono richiedere gli incentivi le Pmi che alla presentazione della domanda siano attive, iscritte al registro delle imprese e abbiano la sede o l’unità operativa dove è realizzato il progetto in Friuli Venezia Giulia. I programmi master di alta formazione manageriale e imprenditoriale devono essere accreditati dall’associazione italiana per la formazione manageriale o da equivalenti organismi europei.

Servizi di coworking, creazione di Fab-lab

Una volta pubblicato il relativo bando, il contributo sarà concesso tenendo conto dell’ordine di presentazione delle domande su base provinciale (è previsto un limite minimo di punteggio).

Per info : 0434-241796 oppure info@intema.org

Solo un attacco informatico? Non solo, il nuovo regolamento Europeo sulla Privacy impone di esser “organizzati“

Solo un attacco informatico? Non solo, il nuovo regolamento Europeo sulla Privacy impone di esser “organizzati“

A seguito del grande interesse suscitato, Vi invitiamo all’incontro che si terrà
Lunedi 20 Novembre alle 18:00 presso la sede del Polo Young – Villa Cattaneo in via Villanova di Sotto 16, Pordenone.

Come difendersi e come difendere il proprio business e come proteggere i dati personali anche in riferimento alla nuova normativa sulla Privacy (GDPR) a cui ci sarà obbligo di adeguamento entro il 25 Maggio 2018

Tra le organizzazioni di qualsiasi dimensione e settore va esponenzialmente aumentando l’incidenza degli attacchi informatici e delle violazioni di sicurezza dei dati, compresi quelli personali o particolari, causando significativi danni finanziari e reputazionali.

Il convegno si propone di fornire, attraverso l’attenta disamina da parte degli esperti coinvolti, gli strumenti metodologici ed operativi che consentano al professionista ed alle aziende di ottimizzare, in termini di costi e di tempo, tutte le attività necessarie per difendersi adeguatamente e difendere opportunamente i dati del proprio business e dei propri collaboratori, Clienti e Fornitori.

Questo comporterà, come conseguenza positiva, un naturale adeguamento al nuovo GDPR sulla Privacy che, ricordiamolo, deve essere comunque raggiunto entro 25 maggio 2018.

Per maggiori info sull’incontro Intema srl 0434 241796

Contributi a fondo perduto per le Start-up del Fvg

Contributi a fondo perduto per le Start-up del Fvg.
Bando POR-FESR per complessivi 1.500.000 di Euro

La Regione ha stanziato 1.500.000 euro per favorire la creazione e il consolidamento di start-up innovative nei settori manifatturiero e terziario.

Il bando, approvato in via definita dalla Giunta regionale su proposta del vicepresidente Sergio Bolzonello, prevede la concessione di contributi a fondo perduto alle piccole e medie imprese iscritte come start-up innovative nella sezione speciale del registro delle imprese, operanti nelle aree di specializzazione agroalimentare, filiere produttive strategiche, tecnologie marittime e smart health.

Possono essere finanziate le spese sostenute dal giorno successivo alla presentazione della domanda ma anche quelle relative alla costituzione della società, proprio per favorire l’imprenditorialità in ambiti considerati strategici per lo sviluppo regionale”.

La domanda di partecipazione al Bando potrà essere presentata dalle ore 10.00 del 15 gennaio 2018 alle ore 16.00 del 28 febbraio 2018. Importo minimo per la realizzazione del progetto è fissato a 15.000 euro. L’intensità dell’aiuto varia in base alla tipologia d’impresa e i contributi possono essere liquidati anticipatamente fino al 40 per cento dell’importo concesso.

Maggiori info Intema srl 0434-241796

Economia FVG : all Pmi 2 mln in più di contributi a fondo perduto

Economia FVG : all Pmi 2 mln in più di contributi a fondo perduto

La Giunta regionale, su proposta del vicepresidente Sergio Bolzonello, ha approvato l’assegnazione di risorse aggiuntive per complessivi 2.060.000 euro alle Camere di commercio per la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese.

In particolare, sono stati assegnati 790.000 euro per aumentare la dotazione del bando – attualmente aperto (le domande possono essere presentate fino al 19 dicembre 2017) – con cui si finanziano programmi pluriennali di promozione all’estero.

Altri 500.000 euro destinati al sostegno di progetti di imprenditoria femminile e 770.000 euro per il sostegno manageriale delle Pmi, serviranno allo scorrimento delle domande presentate.

Oltre alle misure sopra elencate, sono attualmente aperti diversi altri Bandi gestiti a livello provinciale dalle Camere di commercio.
Fino al 5 dicembre 2017 potranno essere presentate le domande per la concessione di contributi a valere sul Bando a favore delle nuove imprese giovanili.

Fino al 30 aprile 2018 è aperto lo sportello per la richiesta di contributi per le imprese che operano nel settore del coworking e per la creazione di nuovi fab-lab.

Scade invece all’11 dicembre 2017 il termine per la presentazione delle domande a valere sul Bando per la creazione e lo sviluppo delle reti di imprese.

Tutte le info Intema srl 0434-241796